1882

Tutto ha inizio in una piccola località della Valsassina, valle delle Alpi lombarde, vicino alle rive del lago di Lecco. E' proprio qui, e per l'esattezza a Ballabio, che Egidio Galbani e il padre Davide iniziano l'avventura nel mondo caseario come "secondo lavoro". La prima mansione di Davide, il capofamiglia, è infatti quella di fabbro. Il figlio Egidio sembra dapprima intenzionato a seguire le sue impronte, ma poi scopre una vera e propria passione per i formaggi e per l'attività imprenditoriale e sceglie di investire in questo settore.

1896

Nel 1896 il giovane Egidio Galbani dimostra le sue capacità imprenditoriali prendendo in affitto la Cascina Triulza, presso Melzo, dove inizia a lavorare il latte con sette operai e l'aiuto tecnico di un motore a 3 cavalli. Nel piccolo stabilimento di Cascina Triulza è Egidio stesso che si occupa personalmente anche del funzionamento della caldaia. Professionale come sempre, il giovane Egidio s'impegna a fondo e con la tenacia che lo contraddistingue riesce ad ottenere la patente di conduttore e garantire un riscaldamento ideale a tutto il suo piccolo stabilimento.

1898

Da impresa a conduzione famigliare, la Galbani è già diventata una ditta con 12 operai. Non cresce solo la produzione, ma anche il successo: la fama di Egidio e Davide Galbani e dei loro prodotti varca i confini nazionali e i loro formaggi vengono esposti (e premiati!) alle fiere di Bruxelles, Parigi, Monaco. È l'inizio di una carriera che ha fatto dell'espansione all'estero e dell'attenzione ai bisogni dei consumatori oltre confine il suo punto di forza.

1900

Egidio riceve la conferma dei primi successi e intravede una vera svolta per la sua carriera in ambito caseario, come intuibile da una sua stessa dichiarazione. "L'avermi la Giuria dell'Esposizione di Parigi del 1900 (alla quale partecipavano produttori di questo tipo da tutti i paesi del mondo) assegnato il Primo Premio, costituisce la prova più clamorasa e inconfutabile che le mie specialità possono gareggiare con quelle di ogni altra nazione"  

- Edigio Galbani -

1906

Nasce Bel Paese, il formaggio simbolo di Galbani che verrà addirittura definito "Roi des Fromages" (il Re dei formaggi) e terrà testa all'abile concorrenza francese. Egidio vuole creare un formaggio che riprenda le caratteristiche dei prodotti francesi, ma che contemporaneamente presenti un sapore più tenue e un odore meno penetrante. Un'altra cosa alla quale Egidio tiene molto è la "non localizzazione" di questo nuovo formaggio: lo scopo per lui è creare un prodotto moderno, che non sia caratteristico di una zona in particolare ma che faccia sentire a casa tutti, ovunque. Gli intenti di Egidio trovano riscontro non solo nel « Bel Paese » (« Beau Pays »), ma anche nel confezionamento, moderno e accattivante.

1911

Chiude la sede storica di Cascina Triulza. La Galbani si sposta a Melzo, una cittadina situata pochi chilometri a est di Milano. La costruzione è composta da una capannone principale, locali per il ricevimento del latte, ricoveri per i cavalli, magazzini per le merci e alcune abitazioni (prima ad uso della famiglia Galbani, poi estese agli operai).

1920

La Galbani esce praticamente illesa dal primo conflitto mondiale, poiché la produzione dei formaggi molli per le forze armate e gli ospedali viene garantita grazie alla costituzione del Consorzio Obbligatorio. Terminato il conflitto mondiale, Egidio reagisce modernizzando ulteriormente la società, aggiungendo innovativi impianti frigoriferi nello stabilimento di Melzo. Sempre approfittando del momento di crescita, il 26 maggio 1920 viene dunque costituita la "Società Anonima Egidio Galbani". La società dichiara di avere come scopo "l'industria ed il commercio dei latticini in genere e loro derivati". Ne fanno parte i fratelli Egidio e Giuseppe, Giacomo (figlio di Giuseppe) e altri imprenditori della zona.

1925

Inizia l'attività lo stabilimento di Giussago (in provincia di Pavia), all'interno del quale vengono prodotti lo storico Bel Paese e il delizioso Mascarpone Galbani, perfetto per preparare il tiramisù, il dolce tradizionale italiano famoso anche all'estero.

1934

Galbani occupa ormai più di 1000 addetti, possiede 56 depositi nelle maggiori città italiane e prosegue la sua espansione all'estero con 4 filiali, 32 depositi e 108 rappresentanze, la più lontana delle quali si trova in Argentina.

1936

Galbani entra nel mondo delle carni, con l'acquisto del salumificio Melzese, specializzato nella produzione di mortadella, prosciutto cotto e salumi.

1945

Durante la Seconda Guerra Mondiale i conferenti di latte per la Galbani diventano 62. Il latte arriva allo stabilimento grazie ai carri trainati da cavalli che per lungo tempo segnano con la loro presenza il panorama delle strade e delle campagne dei luoghi intorno agli stabilimenti.

1956

Galbani entra nel cuore di tutti gli italiani con il famoso claim "Galbani vuol dire fiducia". Nello stesso anno viene lanciata sul mercato la mozzarella Santa Lucia un'autentica protagonista della storia della marca. La Mozzarella Santa Lucia, così come concepita nel 1956 è caratterizzata da una forma particolare: ricorda una sfera allungata con una strozzatura che la rende simile a un "8" e viene ancora confezionata in scatole di legno con del ghiaccio.

1959

La strategia comunicativa di Galbani si era rivelata vincente già dall'invenzione della speciale "confezione" per il Bel Paese, ma questa nuova trovata è la conferma della capacità di Galbani di essere sempre avanti rispetto ai suoi concorrenti nel mondo dei formaggi. Nel 1959, Paolo Panelli assume per la prima volta i panni di un personaggio che è entrato nella storia di un'intera generazione di bambini Ercolino sempre in piedi. Simpatico, amatissimo, famoso Ercolino entra nei cuori dei bambini, e non solo.

1961

Il mondo delle cariage, tipici veicoli simili a carrozze, fino ad ora utilizzate per trasportare il latte, tramonta definitivamente con i progressi tecnologici degli anni 60. Arrivano i camioncini! Il latte viene sempre trasportato nei classici bidoni e raccolto la mattina e la sera, ma una variabile cambia: i quantitativi di latte aumentano, insieme ai km da percorrere ogni giorno. Per essere uno dei menalatte Galbani ci vuole carattere.

1965

La Mozzarella Santa Lucia aveva fino a questo momento una caratteristica forma "ad 8". Nel 1965, su "Carosello",serie di filmati (spesso sketch comici sullo stile del teatro leggero o intermezzi musicali) seguiti da messaggi pubblicitari, viene pubblicizzata in una nuova e innovativa versione: Santa Lucia in confezione sigillata con al suo interno il latticello. Ebbene sì la prima versione "moderna" della mozzarella è stata un'invenzione Galbani!

1970

A Novara nasce il primo Consorzio ufficiale del Gorgonzola e Galbani è una delle società fondatrici del Consorzio il cui scopo/obiettivo è "tutelare e vigilare sulla produzione e sul commercio del Gorgonzola e sull´uso della sua denominazione". Ci sono tantissime regole per quello che riguarda la produzione di questo formaggio, ed è importante che siano rispettate. Ad esempio, sapevi che solo due regioni italiane sono autorizzate a produrre Gorgonzola? Per legge (e naturalmente per tradizione) solo alcune provincie di Piemonte e Lombardia possono produrre il famoso Gorgonzola.

2006

Galbani entra a fare parte del Gruppo Lactalis, leader mondiale dei prodotti lattiero caseari, diventando un vero brand mondiale.

2012

Galbani festeggia il suo 130esimo anniversario. 130 anni di personaggi, di storie, di curiosità, di prodotti e di scelte Il percorso del brand passa anche attraverso il suo marchio.

2017

Galbani cambia look! Il nuovo design della confezione è ancora più fresco. La fascia bianca ricorda le confezioni originali degli anni Cinquanta-Sessanta. Con l’indicazione della data di fondazione «dal 1882» e la firma di Egidio Galbani, inoltre, la confezione rende omaggio alla lunga tradizione della mozzarella più amata in Svizzera.